Premium Rush

“I like to ride, fixed gear, no brakes, can’t stop” e PUM! su un cofano.

Bell’inizio! Una grattatina per scaramanzia ci sta mentre la bici, viralmente, arriva ad Hollywood. Skiddate, scatto fisso, carbonio alto profilo per tubolari (!) per il bike messenger che consegna o muore.

Don’t do it at home, il trailer

 

I bike messenger -veri- ci sono e lavorano anche in Italia. Che vita fanno? Roberto Peia racconta la sua quotidianita’ di bike messenger a Milano in questo agile libretto. Consigliato.

Roberto Peia

Tutta mia la citta’

Ediciclo Editore

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...